Le nevi del Wakhan

Un progetto per combattere la povertà con la pratica dello scialpinismo


La Scuola di scialpinismo “Renzo Giuliani” di Verona chiama i soci CAI a partecipare, per mezzo di donazioni, al suo progetto umanitario in Afghanistan.

Nel 50° anno di età la Scuola intitolata a Renzo Giuliani inizia un progetto ambizioso: portare la pratica dello scialpinismo nella remota regione del Wakhan (nord-est dell’Afghanistan) per avviare attività di business locale incentrate sul turismo sostenibile.

Con questo progetto, in collaborazione con Alpistan, si è scelto di aiutare le popolazioni montane dell’Afghanistan perché più difficilmente avvertono gli effetti benefici degli aiuti umanitari. La neve isola la popolazione e rende impraticabile l’agricoltura quindi è vista come un danno e non come risorsa. Inoltre, là non esiste né prevenzione né protezione civile e le valanghe uccidono ogni anno decine o centinaia di persone intente ad attraversare i pendii per svolgere le semplici attività quotidiane come andare al lavoro o a scuola.

Il progetto ha per target 3 o 4 giovani afghani che si vuole avviare alla pratica dello scialpinismo, insegnando non solo la tecnica ma anche i fenomeni nivologici in modo che poi possano pensare a trasformare queste competenze in fonte di reddito.

Gli organizzatori hanno pensato non solo a trasmettere ai ragazzi le competenze affinché diventino guide locali, ma anche ad equipaggiarli con il materiale necessario all’attività, istallare un laboratorio per la manutenzione, riparazione e noleggio degli sci, e l’allestimento di una centralina automatica niveo-meteorologica. Si realizzerà e pubblicherà una guida di itinerari di salite e trekking (il cui ricavato sarà devoluto a progetti locali). Fondamentale è poi la creazione di una rete di referenti locali per l’offerta di trasporto e alloggio. Infine, per intercettare l’interesse dei flussi turistici sarà girato un documentario sulla realizzazione del progetto.

Per conseguire quanto detto la Scuola “Renzo Giuliani” chiede l’aiuto degli interessati al progetto. Si raccolgono abiti e attrezzature usati, purché in buono stato, previo accordo con gli organizzatori (scuolarenzogiuliani@gmail.com). Per chi vuole contribuire economicamente, può fare un versamento sul conto corrente della Sezione CAI “Cesare Battisti” Iban IT 40J05034 11750 00000055375 specificando la causale: NATALE ALPINO 2019. Il direttore della Scuola, Cristiano Tedeschi, è disponibile per fornire maggiori approfondimenti e a ricevere suggerimenti.