E' disponibile il video del 35° Corso di formazione per insegnanti “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO”

Conoscere per difendere e promuovere il territorio montano


Dal 20 al 23 settembre 2018 si è tenuto a Falcade (BL), nella Valle del Bois, il XXXV Corso nazionale di formazione per insegnanti, organizzato dal Gruppo Regionale Veneto del Club Alpino Italiano (CAI VENETO), dal Comitato Scientifico Veneto Friulano Giuliano e dalla Sezione CAI di Agordo. Il Corso è stato intitolato “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO - un racconto di paesaggi, uomini e rocce”, e ha come tema, appunto, la scoperta delle Dolomiti.

Vi hanno partecipato insegnanti delle scuole medie e superiori provenienti da tutta Italia, spinti dalla curiosità di comprendere le peculiari caratteristiche che hanno portato a dichiarare le Dolomiti patrimonio mondiale da parte dell’UNESCO.

Durante i quattro giorni di corso, si è parlato di cosa significa gestire un sito UNESCO, quali sono le caratteristiche geografiche e naturalistiche dei luoghi visitati durante le passeggiate, l’importanza della geologia per leggere il paesaggio e la storia della Terra. Infine, sono stati forniti metodi e strumenti per la didattica interattiva e la ricerca-azione. Ad avvicendarsi sono stati relatori di spicco come la dott.ssa Marcella Morandini direttore della Fondazione Dolomiti UNESCO, il dott. Piero Giannolla (geologo), il dott. Cesare Lasen (geobotanico), il dott. Mauro Pascolini (Lingue e Letterature), il dott. Gianni Frigo (Scienze Forestali), e molti altri.

“Abbiamo offerto agli insegnanti un’esperienza diretta di conoscenza che potessero poi ripetere in ambiente con i loro studenti.” dice Francesco Carrer coordinatore nazionale progetto CAI Scuola, “La trasmissione di queste conoscenze è utile per formare cittadini attivi, consapevoli del valore del patrimonio collettivo, poiché, mi preme sottolineare, chi conosce sa difendere”. Questi docenti, rientrati nelle loro scuole, organizzeranno dei progetti ambientali che coinvolgeranno i ragazzi sia nelle classi che sul territorio stimolando la loro capacità di lettura del paesaggio sia in ambito scientifico che storico. In molti partecipanti, confrontandosi, hanno concordato che la ricchezza delle Dolomiti ben si presta a progetti pluridisciplinari ad esempio, ipotizza qualcuno, ponendo per concetto chiave il sublime.

Si ricorda che il progetto “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO” è stato possibile grazie alla collaborazione di Fondazione Dolomiti UNESCO, Fondazione Giovanni Angelini - Centro Studi sulla Montagna, il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, il Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino, e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Già fra pochi mesi e precisamente dal 24 al 28 aprile p.v. il CAI VENETO ed i suoi collaboratori saranno impegnati in un nuovo corso che questa volta prenderà in considerazione la Laguna Nord di Venezia.

Qui sotto il video girato da Luca Bergamaschi, che riassume le quattro giornate.

 

CAI Progetto Scuola, Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO from Luca Bergamaschi on Vimeo.